Sport, sportivi e giochi olimpici nell’Europa in guerra  (1936-1948)

Mostra a cura del Mémorial de la shoah

Padova, Palazzo Santo Stefano, dal 3 al 28 gennaio 2014

Giovani Balilla in una palestra. Italia, s.d. © Archivio Storico dell’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica (Firenze), Fondo «fototeca».

Giovedì 16 gennaio 2014 Giornata di formazione per insegnanti.

Lo sport europeo sotto il Terzo Reich tra discriminazione e dissidenza,

Laura Fontana, Responsabile per l’Italia del Mémorial de la Shoah e coordinatrice scientifica della versione italiana della mostra (insieme a Paul Dietschy).

Esclusione e razzismo nello sport durante l’Italia fascista. Il caso del pugile Leone Jacovacci

Mauro Valeri, ( sociologo, Responsabile dell’Osservatorio su razzismo e antirazzismo nel calcio)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi