Immagini e immaginario della Shoah

Historia Magistra (n. 21-2016, Franco Angeli Editore), diretta da Angelo D’Orsi, porta il titolo del mio contributo sull’iconografia della Shoah “Immagini e immaginario della Shoah, tra tirannia del visibile e cecità dello sguardo”.

Da tempo sto lavorando sul tema delle immagini come fonti documentarie della Shoah ma anche come icone al centro di un immaginario sul genocidio degli ebrei che spesso crea una distorsione delle immagini stesse, nonché effetti di manipolazione, travisamento oppure cecità nel vedere. In particolare sto facendo ricerca sulle fonti visive di Auschwitz.