Lavorare coi giovani sul tema della memoria non può essere un format ripetitivo.

 Bisogna saper interrogare continuamente la storia e formulare domande nuove partendo da noi oggi, chi siamo e che persone vogliamo essere.